Corso di fotografia: Landscape Photography e 5 consigli per foto mozzafiato

Cercate un corso di fotografia che vi aiuti a immortalare paesaggi nel migliore dei modi? Intanto vi diamo 5 consigli generale e poi vi diciamo che…

Quante volte percorrendo un sentiero di montagna vi siete imbattuti in una vista spettacolare: l’orizzonte che si apre a dismisura davanti ai vostri occhi, i colori del tramonto che si rincorrono e tantissimi particolari a rendere quel paesaggio mozzafiato, unico e indimenticabile.

È in quel preciso istante che, mani sulla vostra macchina fotografica, scattate la foto del secolo. Ma ahimè, una volta tornati a casa e scaricati i file, ecco la delusione stamparsi sulla vostra faccia: la foto non è minimamente come l’aspettavate e, nemmeno in piccola parte, siete riusciti a catturare la magia di quell’istante e la bellezza surreale del paesaggio.

Ph: Riccardo Improta

Ph: Riccardo Improta – Docente Srfc

Scattare fotografie di paesaggio è davvero complesso, non solo per i tanti aspetti tecnici da tenere a mente al momento del click, ma soprattutto, per quella visione artistica, tanto necessaria quanto difficile da imparare, indispensabile per trasmettere sensazioni a chi osserva le nostre foto.

Ecco allora 5 piccoli consigli per scattare foto di paesaggi nel modo migliore

  1. Scelta del paesaggio

Questo potrà sembrarvi un consiglio banale, ma, a ben vedere, la scelta del paesaggio è un fondamentale punto di partenza. Se non è il caso fortunato a presentarvi un paesaggio da immortalare, prendetevi tempo per cercarne uno perfetto, esplorate senza meta, lasciatevi ispirare dalla natura e, con una buona dose di pazienza, alla fine riuscirete a trovare il giusto paesaggio, capace di esprimere le vostre emozioni e il vostro modo di essere in quel momento.

  1. Importanza della luce

È davvero enorme il peso che la luce può avere su un’immagine di questo tipo e l’esposizione può totalmente cambiare il modo di guardare qualcosa: lo stesso paesaggio, inquadrato nello stesso identico modo può portare ad un risultato ottimo o a una catastrofe fotografica in base alla qualità della luce che lo colpisce. Per ottenere scatti emozionanti e suggestivi preferite una luce calda come quella del primo mattino e del crepuscolo, ore in cui i raggi solari non sono troppo forti.

Ph: Riccardo Improta

Ph: Riccardo Improta – Docente Srfc

  1. Prospettiva e piani

È decisamente impossibile replicare in una foto quello che vedono i nostri occhi: il nostro campo visivo, infatti, riesce ad abbracciare tantissimi elementi e, allo stesso tempo, è capace di soffermarsi sui dettagli che più ci affascinano e attraggono. Per ottenere una foto il più possibile realistica e tridimensionale dovrete concentrarvi sul primo piano: per rendere al massimo la profondità dell’ambiente, infatti, canalizzate il punto di messa a fuoco su un soggetto in primo piano.

  1. Amico treppiedi!

Negli scatti paesaggistici il treppiedi è uno strumento quasi indispensabile. Essenziale per scattare foto nitide e ricche di dettaglio, in particolare con i tempi di scatto lenti tipici della fotografia di paesaggi, questo amico ti permette di comporre la foto in maniera più attenta e dandoti più tempo per riflettere sulla composizione e sugli aspetti tecnici.

Ph: Riccardo Improta

Ph: Riccardo Improta – Docente Srfc

  1. Fai attenzione alla scena nella sua interezza

Una foto di paesaggio include moltissimi elementi: è importante valutare la loro presenza all’interno della fotografia, dando ad ognuno il giusto valore. Inoltre, usando una lunghezza focale ridotta, c’è il rischio di inserire nell’inquadratura elementi così vicini a noi da non essere visti a occhio a nudo: fate attenzione a rami che pendono e a qualunque altro elemento che potrebbe rovinare il risultato finale.

Queste sono solo alcuni piccoli consigli che possono tornare utili, ma scattare una fotografia di paesaggio degna di essere guardata e riguardata non è cosa da poco, e noi, non possiamo che consigliare tanta applicazione, passione, impegno e ovviamente studio.

È questo il motivo per cui, nel nuovo anno accademico, abbiamo scelto di inserire una nuova Masterclass: un corso intensivo e avanzato tenuto dal fotografo Riccardo Improta dedicato al reportage turistico e la fotografia paesaggistica. Curiosi? Scoprite tutti i dettagli leggendo il programma.